passaggio in volo

Philippine nel cuore

20190606_155227Pochi sanno che uno degli ultimi paradisi rimasti incontaminati, e che, ad oggi, offrono tutta la meraviglia di una natura unica, di un mare dai colori così intensi da rimanere senza parole, e per non farsi mancare nulla, anche il piacere di una soprendentemente piacevole città coloniale, sono le Philippine.

Ho avuto l’onore di poterle visitare grazie a Viaggidea, nel mese di giugno, giusto all’inizio della stagione meno felice, e ne sono tornata stregata, meravigliata da uno dei luoghi più selvaggi e belli che ho visto nella mia vita.

Abbiamo volato via Abu Dhabi, con una sosta di due giorni nella seconda città degli Emirati Arabi, un pò storditi dallo sviluppo esagerato che sta avendo la città, e poi diretti su Manila, che ci ha accolto con un clima sorprendentemente buono. Manila ti soprende.. perchè trovare in pieno oriente una città coloniale con molti scorci che ricordano La Havana, è veramente qualcosa di inaspettato. Città di fortissimi contrasti, super tecnologica, ma anche circondata da slums dove la povertà è violenta. La zona centrale è curata e molto “europea”, i quasi 500 anni di dominazione spagnola si respirano in ogni angolo, la cattedrale, gli scorci cittadini che ricordano gli angoli assolati e silenziosi delle capitali caraibiche…. e poi i centri commerciali enormi, dove è facilissimo reperire qualsiasi cosa tecnologica, i ristoranti esclusivi, raffinati, lo skyline innovativo ed improvviso nella zona di Makati, la zona più centrale della città.

Da non perdere un aperitivo nella terrazza panoramica del Raffles Hotel, un giro ad Intramuros, Città dentro le mura, ex centro della presenza spagnola in città, la visita di Fort Santiago, fortezza militare spagnola testimone di eventi fondamentali nella storia della città.

Da Manila abbiamo preso un volo per Puerto Princesa, nella bellissima isola di Palawan. Puerto Princesa si trova nel nord dell’isola, e da qui si possono raggiungere con le molte escursioni via  barca le piccole isole  di Honda Bay, Snake Island, Pandan Island e Starfish Island. Qui lo snorkeling diventa un sogno a colori, vedrete una quantità di pesci e di colori a cui non è facile resistere, e lo stesso mare assume dei toni di verde smeraldo e di azzurro che non è facile trovarne di simili.

Puerto Princesa è anche il punto di partenza per l’escursione al fiume sotterraneo del Monte Saint Paul. Sotto i 1028 metri del monte, si trova questo incredibile fiume sotterraneo al quale si arriva con un breve tratto in barca per poi attraversare il parco naturale nel quale si trovano scimmie monitor, lucertoloni verdi, ed una incredibile vegetazione così ricca da confondere la vista. Il fiume scorre tra caverne di calcare ed emerge in una laguna  blu così bella da sembrare un luogo fuori dal mondo. Escursione imperdibile.

La vita nottura a Puerto Princesa fa sorridere chi è abituato a ben altra realtà, ma ho trovato divertente il giro in tuk tuk e la serata in un karaoke locale, veramente amato sul posto, dove i ragazzi del luogo si esibivano con una incredibile attenzione ed entusiasmo.

Da Puerto Princesa, consiglio vivamente il trasferimento via auto lungo l’isola di Palawan, fino al molo dove ci si imbarca per El Nido. Può sembrare lungo, perchè sono 4/5 ore, ma la varietà paesaggistica e la possibilità di numerosi stop fotografici, lo rendono interessante proprio perchè si percepisce e si vive un luogo che non ha ancora idea di cosa sia il turismo di massa.

Risaie, baie incontaminate, boschi di palme, pascoli pieni di bufali, uccelli di ogni genere, scimmie… e piccoli chioschi dove vendono mango e frutta tropicale, dove è possibile usare i servizi, comprare piccolo artigianato locale a prezzi irrisori, e conoscere un pò più da vicino anche l’aspetto più vero di questo paradiso.

Si arriva ad El Nido, ma nulla vi può preparare alla meraviglia che starete per scoprire. Si può dormire al porto di El Nido, dove ci sono una serie di hotel a prezzo economico e dal quale si parte per escursioni di mare uniche al mondo oppure, cosa che io consiglio senza dubbio, si può scegliere di fare qualche giorno in uno dei pochissimi eco resort dell’arcipelago di El Nido. Io ho avuto la fortuna di visitarli tutti e tre, e vi posso garantire che in questo luogo magico e fuori dal mondo, veramente ci si ritrova in un paradiso incredibile, che non ha nulla da invidiare a mete celebratissime e più famose, e che, anzi, offre un rapporto di armonia e di magia con la natura nella sua massima espressione.

Si salpa dal porto e, dopo pochissimi minuti, ci si ritrova in religioso silenzio a respirare e vivere di un panorama quasi extra terrestre….. grandissime pareti di calcare dove per qualche miracolosa ragione la vegetazione riesce non solo ad attaccare ma a esplodere, con un contrasto che a volte ha dell’incredibile. El nido è un santuario naturale per diverse specie di mammiferi e di uccelli, e la totale assenza di rumori “moderni”, fa si che si navighi tra i versi degli uccelli, il rumore del mare e il profumo della vegetazione. Un mix fatale, che a mio giudizio fa di questo posto uno dei più belli al mondo da un punto di vista naturalistico.

Tutti i resort di El Nido, Lagen Island, Miniloc e Pangulasian, sorgono su tre diverse isole diverse tra loro ma tutte costruiti nel rispetto della natura, mettono a disposizione dei loro ospiti le tipiche imbarcazioni per praticare l’Island Hopping, il giro tra le isole della baia di Bacuit, e per poter scoprire degli angoli di una bellezza indescrivibile. Tra i più memorabili : Small Lagoon e Big Lagoon… due angoli in cui si lascia la barca e si parte alla scoperta con canoe, proprio per non danneggiare un ecosistema perfetto. Si entra in un piccolo arco naturale nel calcare, per Small Lagoon, e ci si ritrova in una piccola laguna chiusa dove tutto sembra magia….. pesci colorati che si vedono da sopra la superficie del mare, vegetazione quasi esplosiva, pareti di calcare che formano una cattedrale naturale indescrivibilmente bella. A Big Lagoon invece ci si inoltra, sempre in canoa, in un canalone di calcare che sorge sull’acqua, ci si ritrova a passare per gole scolpite dal vento, con aquile di mare come compagne di viaggio e aironi che si appollaianno sugli scogli di calcare che spuntano dall’acqua… credetemi un posto di tale bellezza merita solo di essere visto, e sembra quasi di profanarne la bellezza a raccontarlo.

Il più bel tramonto della mia vita l’ho visto a Lagen Island. La particolarità del posto, l’assenza di smog, l’insieme delle caratteristiche naturali fanno si che i colori del cielo al tramonto siano così intensi da sembrare dipinti. Ed un tramonto qui dura moltissimo…

Ovunque orchidee enormi, colori sgargianti, piccole spiagge così bianche da sembrare irreali…. un posto imperdibile del nostro pianeta, sicuramente tra i più belli che io abbia mai visto.

Lascaire El Nido è sempr eun dispiacere, ma il viaggio è anche scoperta e quindi siamo andati avanti nel conoscere questo paese bellissimo e siamo volati alla più famosa e turistica Boracay.

Boracay è stata per anni centro del turismo orientale, tanto che ad un certo punto, per preservarne le caratteristiche e non distruggerla il governo filippino ha deciso di chiuderla al turismo per quasi un anno. Noi ci siamo arrivati dopo poco tempo dalla riapertura, e, onestamente, mi ha sopreso anche questo pezzo di filippine più commerciale…. Spiagge bellissime, di sabbia corallina e colori che ricordano moltissimo quelli caraibici, palme infinite, alberghi molto curati e nell’insieme un piacevole mix che può essere ottimo per finire la vacanza con un pizzico di vita locale ed energia.

In ogni caso i colori di questo paese ve li porterete dentro per sempre…. il verde, l’azzurro, il turchse… il vento del Nido, il silenzio rotto solo dagli uccelli e dal mare… Tutto questo ha fatto si che io mi innamorassi perdutamente di questo paese e sono qui, per qualsiasi informazione e per aiutarvi a fare il più bel viaggio che potreste aspettarvi in un luogo che vi resterà nel cuore. Passaggio in Volo, #inviaggioconpassaggio vi aiuterà ad ottimizzare un viaggio di quelli che davvero possiamo definire  indimenticabili.

Esta es Cuba… terra di passione, terra di magia

Negli anni avrete sentito parlare mille persone di Cuba, ed ognuno di loro ha raccontato qualcosa, chi bello, chi meno bello… tutti però ne hanno tratto sicuramente l’impressione di familiarità e di confidenza, perché Cuba questo è… un posto dove chiunque ci metta piede si sente immediatamente a casa…..

IMG_0268

Il che non vuol sempre dire che sia una impressione positiva, anzi. Ma sicuramente la capacità di questa meravigliosa isola di entrare immediatamente nell’anima di chi ci arriva, è sicuramente un dono fuori dal comune.

La prima volta che misi piede a La Havana, nel 1989, veramente tanti tanti anni fa, da brava turista feci il classico giro che si fa la prima volta, la Habana Vieja, che ad ogni passo ti sorprende, ti lascia interdetto, ti fa innamorare e te la fa detestare… palazzi e piazze di una bellezza disarmante, e dietro l’angolo, palazzi a pezzi, detriti, devastazione… tutto insieme, tutti insieme… colori, sorrisi disarmanti, musica ad ogni angolo, sguardi ironici che ti seguono nel cammino, pezzi di storia contro un cielo spesso blu cobalto, scorci di mare turchese dal cuore di una città che resta Signora e Padrona. E poi  gente che cammina mai troppo veloce, tempo di guardare  e di studiarti, mai con fare ostile, sempre con disincantata curiosità…

20160311_173732-1

Gli hotel fin da allora erano vestiti a festa, con entrate importanti, in palazzi storici, con il fascino coloniale che nemmeno gli anni di ristrettezze economiche sono mai riusciti a cancellare. In ogni hall sembra di essere sul set di un film degli anni 40, bianco e nero, e legno, e foto.. e musica di pianoforte di sottofondo o magari di clarinetto, ma comunque musica.  Nelle strade il caldo ti morde, ti avvolge, ti stordisce, poi si entra nelle hall degli hotel e ci si ritrova in un mondo diverso, antico e senza tempo, il fresco naturale delle mura spesse, dei cortili interni, delle piante che esplodono ovunque ti investe subito… non c’è cosa più bella delle corti interne dei palazzi habaneri… piccole corti con la loro fontana nel centro, il rumore dell’acqua che scorre, i colori che fanno capolino tra un piano e l’altro, presenti ma discreti, eleganti ad ogni costo.

20160313_105934

E poi la gente. Dignitosa anche senza nulla, elegante in ciabatte e calzoncini, ironica, furba e abituata alla vita… occhi che la sanno lunga, che hanno imparato a rubare dagli altri il modo di andare avanti comunque, con o senza denaro, a stare sempre, come dicono loro “en la lucha” nella lotta… ma che in tutto ciò, non perdono mai il sorriso e la voglia di lasciarsi andare ad un lento son o ad una furiosa salsa, non mettono mai da parte quella profonda passione e quella dirompente sensualità che gli appartiene come a nessun altro popolo al mondo. Le donne camminano con le spalle diritte, i fianchi sempre in movimento, a qualsiasi età. E sorridono, sempre, con dignità, con occhi seri che però non nascondono mai una piccola scintilla di malizia. E gli uomini avvolgono con i loro sguardi profondi, con i loro sorrisi lenti, sicuri sempre del loro essere assolutamente maschi latini.

20160313_113240

Chiunque capiti in questa isola si sente fare complimenti nuovi, di cui noi europei abbiamo perso il ricordo… le donne si sentono chiamare “mi cielo”, “mi vida”, “corazon”…. Gli uomini si sentono chiamare “carino”  “mi amor “, “papi”, come riferimento al maschio alfa, quello che tutto può… qui l’arte è anche quella, la capacità di farti sentire ancora in un mondo lontano, dove esistono uomini e donne e tra loro si piacciono ancora… al tramonto sul lungo mare, in Avenida de Maceo, nome ufficiale ma che nessuno chiama così, e che tutti chiamano  il “Malecon” l’amore è sempre vincente: coppie etero, coppie gay, coppie comunque… coppie che si tengono per mano, coppie sedute sui bastioni lungo il mare, coppie che passeggiano abbracciate e si baciano senza remore… davanti ad un cielo tra i più belli del mondo,  con il mare e le sue onde a fare da sottofondo musicale, con questa città che si allunga maestosa per quasi 8 km di lungomare, una cornice indimenticabile per chiunque, anche per chi ha dimenticato cosa voglia dire lasciarsi andare a tanta magia. Sul Malecon si affacciano case dai colori pastello, a volte scolorite dagli anni e dalla salsedine, a volte decadenti, a volte appena ristrutturate, ma sempre, in ogni momento, i connotati di questa città nel Malecon diventano unici, indimenticabili, ne fanno un punto di ritrovo ed un punto imperdibile per chiunque arrivi qui.20160311_184809

 

Sul Malecon, svetta perenne il meraviglioso e decadente Hotel Nacional, un posto senza tempo, unico al mondo, con i suoi saloni stile liberty, con la sua terrazza che domina la città, con i suoi cannoni, e le sue panchine  rivolte verso il mare aperto, verso il cielo. Sosta imperdibile per chi viene a la Havana, entrando qui anche solo per bere qualcosa, vuol dire ritrovarsi di colpo nella storia, negli anni prerivoluzione, nell’eleganza di un pianista in papillon e paglietta che suona un pigro son, nella coppia di ballerini che ballano avvinghiati senza vedere niente e nessuno, carne su carne, persi in un mondo di musica e passione…

Un giorno, durante una passeggiata, quello che allora era un bambino scalzo (ed oggi un giovane medico) mi disse : posso aiutarti a portare le borse? E io dissi si… alla fine della nostra passeggiata,  gli chiesi se voleva bere qualcosa e lui, con gli occhi più furbi del mondo, ma pieno di dignitosa intelligenza  guardando il menù con finta attenzione, mi disse “si, io bevo un sandwich”…. Io, comprendendo al volo che aveva fame, dissi “ma prendi tutto, prendi da bere e prendi un panino..” lui sorrise, contento e, quando arrivò il panino, chiese un coltello, e molto concentrato iniziò a tagliare il panino in piccole porzioni, incartandole una per una, e ne prese solo una per se. Lo guardai stupita, a quel tempo non conoscevo niente di questo posto che mi ha cambiato per sempre, dissi “ma perché non lo mangi? Perché lo stai incartando?” lui mi guardò con gli occhi più seri del mondo e poi mi disse “io ho amici signora. Questi sono per loro..” lo guardai e senza nemmeno pensarci un attimo dissi “ma allora prendi più panini, prendili per tutti li pago io!!” . mi guardò senza dire niente, serissimo, poi mi chiese “ sei molto ricca tu?” “no, io lavoro, come tutti nel mio paese, non sono ricca, ma i panini non costano tanto” e lui con aria superiore, adulta, antica scosse la testa severo…………..”no amiga… no puede ser entonces… esta es Cuba…y por primera cosa, hay que aprender a compartir”  – no amica, non può essere allora.. questa e cuba e come prima cosa… devi imparare a dividere con gli altri-………….. sono passati tanti anni da allora, ma queste parole mi tornano in mente sempre, anche qui, a casa nostra…. Un bambino di 9 anni mi diede allora una delle più importanti lezioni di vita che io abbia mai avuto…

20170309_165351

Se mai riuscirete ad andare oltre ogni credo politico, se mai avrete voglia di capire e vivere un mondo che ha resistito ad ogni seduzione, che fa del suo modo di vivere una filosofia, che continua nei suoi giorni, anche tra mille difficoltà, anche tra mille problemi, a fare del sorriso una bandiera, della forza di andare avanti comunque la sua essenza, allora prendete un biglietto aereo e programmatevi un viaggio in questa terra meravigliosa che, nel prossimo articolo, vi racconterò anche oltre la Habana, nelle sue terre, nei suoi paesini, nelle sue meravigliose spiaggie… e che una volta che la conoscerete diventerà anche per voi un posto speciale ed unico al mondo, e vi porterete sempre nel cuore quei colori e quella magia.

MADAGASCAR, ANTIGUA, THAILANDIA… scegli quale è il tuo posto da sogno….

tsara3  tsara1             antigua1

scegli quale è TUO il posto giusto per sognare….
Enrica in volo dopo un periodo di assenza torna per farvi sognare….. e per farvi sognare davvero… a partire da oggi abbiamo intenzione di dedicare una serie di articoli a posti che veramente meritano una attenzione particolare, sia perché è giusto conoscerli, almeno “idealmente”, sia perché quando si vuole fuggire via, e ci si vuole regalare una vacanza davvero diversa, queste sono mete che pur essendo fuori dai circuiti più conosciuti vi possono regalare esperienze e sensazioni davvero indimenticabili.
Uno dei tour operator più seri del mercato ci ha regalato quest’anno una selezione di questi magici posti da sogno, luoghi in cui perdersi per lasciarsi andare ad una natura prorompente e seducente, dove non esiste il lusso sfrenato ma piuttosto una cura del dettaglio, un insieme armonico di elementi che fanno di una vacanza un ricordo indelebile ed un arricchimento interiore. Il nostro blog ha intenzione di recensirveli in due articoli, di cui questo sarà il primo, e tratteremo tre terre diversissime tra di loro, MADAGASCAR, ANTIGUA e THAILANDIA, tre angoli di mondo distanti tra loro e ricchissimi di seduzione.
MADAGASCAR

tsara6            tsara7 - Copia

Iniziamo da quell’isola magica che è il Madagascar, terra selvaggia ricca di profumi e di particolarità, terra di gente gentile, di tradizioni che mescolano il selvaggio dell’Africa vera all’armonia innata nei modi dei suoi abitanti, in cui è stata selezionata una piccolissima isola ed un resort che a mio giudizio è in assoluto uno dei posti più “giusti” al mondo per regalarsi una fuga speciale… sto parlando dello TSARABANJINA CONSTANCE RESORT, sull’isola di Tsarabanjina anche conosciuta come Love Island per la sua vaga forma di cuore se vista dall’alto

tsara
.

La piccolissima isola caratterizzata da bellissime spiagge di lembi di sabbia bianca, fauna e flora con alcune delle specie più rare del mondo tropicale, laguna cristallina in gran parte inviolata, l’incontaminato Madagascar è un santuario e l’isola ne è l’altare centrale…

tsara4

Il Constance Tsarabanjina è infuso con una calda sensazione malgascia e offre ville ecologiche disseminate lungo le spiagge incontaminate per avere una sensazione di fuga stile Robinson Crusoe, pur avendo a portata di mano ogni tipo di comodità… dimenticate la tv ovviamente, dimenticate il vostro cellulare altrove…. C’è segnale, ma in un posto del genere viene voglia davvero di dimenticare tutto ciò che ci ricorda la quotidianità ed è facile lasciarsi andare ad un sogno da cui si stenta a risvegliarsi.

tsara2

Passare una settimana a Tsarabanjina vuol dire perdersi in un ambiente “natural chic”, tra materiali completamente ecologici, un arredamento essenziale ed elegante, tessuti naturali, comodissimi letti e soprattutto la possibilità di vivere tutta la giornata a piedi nudi, in completo relax… ma vuol anche dire incontrare una struttura dove la cucina diventa espressione di vita, con una gestione curatissima del cibo e delle cantine, che mettono a disposizione dei clienti le migliori selezioni di vini e di super alcolici, piatti sempre molto gustosi e ricercati, fino ad avere spesso settimane gourmand durante le quali grandi chef della cucina internazionale offrono ai fortunati ospiti esperienze sensoriali uniche.

tsara5

Durante il giorno avrete a disposizioni un dhoni, con i ragazzi del posto che vi porteranno a seconda delle stagioni a bagnarvi in isole deserte, a vedere il passaggio delle balene, a gustarvi un aperitivo guardando il tramonto che in Africa ha colori unici al mondo… e poi le escursioni, potrete visitare la grande isola malgascia, le sue spiagge, il suo interno variopinto, accarezzare i lemuri… insomma… una esperienza che veramente cambia il concetto di vacanza oltre ogni aspettativa.
LA NOSTRA OPINIONE:
Passaggio in Volo ritiene che questo meraviglioso resort sia veramente un luogo adatto a chiunque sia in cerca di un angolo di paradiso con tutti i confort che la catena Constance garantisce sempre. Definibile di lusso, costi medio alti, ma rapporto qualità prezzo assolutamente correlato.
PER CHI?
COPPIE, VIAGGI DI NOZZE, SINGLE IN CERCA DI RIPOSO ASSOLUTO

ANTIGUA

antigua

Seconda proposta di questo straordinario catalogo CHIC ESCAPE, è la splendida isola di Antigua e nello specifico un piccolissimo resort di puro sapore caraibico, ma completamente fuori dallo standard tipico dei grandi alberghi americani, dove spesso si può avere la sensazione di essere sempre nello stesso posto, a prescindere da dove si è….. il COCOS HOTEL di Antigua è tuttaltro… Annidato sulla scogliera che domina le acque turchesi dei Caraibi, COCOS Hotel fornisce un servizio personale d’eccezione in un autentico scenario Caraibico. Questo romantico boutique resort è composto da 26 cottage di legno costruiti nel puro stile Caraibico, ognuno dotato di doccia esterna e terrazza privata dalle quali si gode un panorama spettacolare. COCOS è situato tra due spiagge di sabbia bianca riservate agli ospiti. Ogni cottage offre altresì privacy, in modo da potersi veramente rilassare nei momenti di tranquillità…

coco hotel       coco hotel1      cocohotel3

I pasti vengono serviti su di una splendida terrazza in teak affacciata sul blu dei Caraibi, così come ogni bungalow dispone di una sua propria e personale veranda, con amache, tavolino e sdraie per godervi in totale relax i momenti più belli della giornata. Così come per lo Tsarabanjina, anche il Cocos Hotel offre una cucina curatissima, con la possibilità di accedere ad una cantina veramente ricchissima sia per i vini che per i super alcolici.
.cocohotel2          komunnork1

Antigua è inoltre un’isola seducente e ricchissima, si dice possieda 365 spiagge, una per ogni giorno dell’anno…. E nel suo interno una splendida foresta pluviale la rende verdissima e rigogliosa….Così potrete decidere se lasciarvi conquistare dalla scoperta quotidiana del giusto angolo di paradiso o, semplicemente godervi quello che vi offre questa sistemazione un po’ fuori dal mondo…

antifore      Antigua5

Ultima chicca… una spa fantastica, la Serenity spa, con la possibilità di godersi un massaggio nella tranquillità della vostra veranda o in quella della stessa spa, con davanti ai vostri occhi solo il mar dei Caraibi che ad Antigua assume colori davvero unici…
LA NOSTRA OPINIONE:
Passaggio in volo ritiene che questo piccolo resort sia la giusta via di fuga per chi è in cerca di un angolo di paradiso non troppo lontano dalla vita quotidiana, che vi offre la giusta privacy ma anche la possibilità di alternare l’estremo relax con un po’ di movimento e di vita notturna.
PER CHI:
COPPIE, AMICI IN VIAGGIO, VIAGGI DI NOZZE
THAILANDIA

Tutto il mondo conosce oramai il fascino senza tempo di Bangkok e lo splendore delle sue spiagge più note… phuket, phi phi island, koh samui…. Giornali ed articoli a non finire, servizi televisivi.. insomma veramente facile entrare in contatto con la intrigante realtà dell’antico regno del Siam… ma pochi sanno che in questa nazione variopinta e ricchissima esistono dei posti dove veramente ci si può perdere in oasi di pace e di bellezza, vivendo a contatto con una natura unica in un ambiente essenziale ma curato… ancora una delle proposte di CHIC ESCAPE VIAGGIDEA è la piccolissima e sconosciuta ai più KOH MUNNORK.

koh-munnork-private-island            KOH-MUNNORK_065
Questa piccolissima isola privata si trova a sole 3 ore da bangkok facilmente raggiungibile con trasferimento pubblico o privato, e un battello privato che vi porterà a conoscere uno dei resort più ricchi di privacy che possiate trovare…. L’isola è circondata da foresta ricchissima e ricca di lembi di spiaggia bianchissima, nel cuore del mare delle Andamane, ricca di pace, verde e mare nella sua massima espressione.

KOH-MUNNORK_036

23 bungalow in totale, per assicurare ai propri ospiti tutta la pace e la personalizzazione del servizio di cui hanno bisogno. Tutti i bungalow sono costruiti in legno e bamboo, per accentuare la sensazione di vacanza “selvaggia” pur disponendo in realtà di ogni confort, e per chi ne avesse voglia, è anche possibile avere aria condizionata, tv e e media a disposizione, fino ad una collezione di film su richiesta.
Esistono bungalow vista giardino, per godere dell’incredibile vegetazione e bungalow vista mare che regalano panorami realmente mozzafiato. In quest’isola la sensazione è quella di essere realmente in un mondo parallelo, dove non ci sono rumori inutili, dove tutto è regolato dal ritmo stesso della natura. Le dimensioni dei bungalow vanno da un minimo di 40 mq fino agli 80 delle family room (solo 1), con due camere da letto e soggiorno.
KOH-MUNNORK_013         kohmu

Questa è indiscutibilmente una meta per chi cerca qualcosa di diverso ma anche veramente un po’ selvaggio… non è lusso sfrenato assolutamente anche i prezzi lo confermano, i confort ci sono tutti ma si da risalto ad un tipo di vita realmente molto rilassante ed a forte contatto con la natura. Un posto davvero da non perdere.
LA NOSTRA OPINIONE:
un posto fantastico, essenziale ma curato, per rompere gli schemi e trovare davvero giorni di riposo e tranquillità. Adatto a chi davvero cerca la natura, a chi non ha bisogno di negozietti e mercatini, di caos o di locali notturni, a chi vuole rompere per una settimana con la vita di tutti i giorni e sentirsi parte della natura.
PER CHI:
COPPIE, VIAGGI DI NOZZE
RICORDIAMO A TUTTI VOI CHE PRENOTANDO TRAMITE PASSAGGIO IN VOLO con la copia di questo articolo uno sconto speciale e dei servizi esclusivi vi aspettano.
http://www.passaggioinvolo.com
tel. 0699709326 – mail: info@passaggioinvolo.com
E NEL PROSSIMO ARTICOLO …. MOZAMBICO, GRENADA, E ANCORA THAILANDIA