mare

Sri Lanka, cronache dal paradiso

Per la serie “inviaggioconpassaggio”, mete scoperte, vissute e  viste per voi, vogliamo raccontarvi quello che è stato un viaggio incredibile e sorprendente, in una terra che ci ha regalato emozioni e ci ha stupito per la sua bellezza e la sua inaspettata varietà.

il 21 di dicembre, con volo Qatar via Doha siamo andati alla scoperta di questo paese gentile.

Conosciuta come “la lacrima d’India” per la sua posizione giusto a sud del subcontinente indianto, Sri Lanka ha una superficie di 65,610 km², maggiore di Sicilia, Sardegna, Corsica e isole Baleari messe insieme.

Il suo territorio è per lo più pianeggiante ma al suo centro si trova un massiccio montuoso che culmina nei monti Pidurutalagala (2,524 m.) e nel picco di Adamo (2,243 m.). Dal massiccio centrale originano una ventina di fiumi dal corso breve e interrotto nel primo tratto da numerose cascate. Il paesaggio è molto vario e estremamente verde, con alcune zone orientali che sono però più aride e presentano le caratteristiche tipiche della savana. Questa differenza climatica si risolve in un privilegio per potenziali turisti potendo contare su un maggior numero di giornate di sole.

Circa 30 anni fa, Sri Lanka ai tempi chiamata Ceylon, godeva di fama di paradiso tra i turisti di tutto il mondo, anche in Italia, ed era meta di turismo perlopiù giovanile, una alternativa economica alla Thailandia. Il movimento turistico si è totalmente arrestato grazie ad una lunga e cruenta guerra civile tra i gruppi etnici cingalesi e tamil, iniziata nel 1976 e conclusasi nel 2009, anche in seguito al devastante tsunami del 2004 che causò quasi 45.000 morti e lasciò il paese in fin di vita. Negli ultimi due o tre anni, è ritornata forte la volontà del paese di riaffermare il valore turistico di una terra ricca di storia, di natura, di fauna, insomma di ogni bellezza, e soprattutto a prezzi fino ad oggi veramente abbordabili.

Sbarcati a Colombo, ci siamo diretti subito verso il centro del paese, nella città di Kandy, dove ci siamo ritrovati nel cuore della tradizione e della religione buddista, principale religione del paese insieme all’induismo. In Sri Lanka la natura vince anche sulle città. Girare tra le strade di Kandy vuol dire trovarsi davanti esplosioni di verde, palme, bambu, fiumi e colori, e, proprio a Kandy, è possibile visitare un meraviglioso orto botanico ricco di fiori e piante che vi lasceranno a bocca aperta. Inoltre tre tra i templi più importanti del paese, tra cui il Tempio del sacro Dente, sede di una delle reliquie più importanti per il buddismo, e meta di pellegrinaggi di fedeli da tutto il mondo.

Quello che mi ha immediatamente sorpreso è uno stranissimo mix tra il caos tipico dei paesi indiani, colori, traffico, rumori, ma anche una straordinaria pulizia per le strade e nei ristoranti, negli hotel, nelle persone, sempre estremamente ordinate. I cingalesi sono una razza bella, occhi nerissimi, i capelli più neri e più belli che io abbia mai visto, le donne eleganti nei loro sari coloratissimi, che indossano con portamenti regali qualsiasi sia la loro occupazione. Kandy è anche il cuore delle tradizioni e quindi ho avuto la fortuna di poter visitare la scuola di danze tribali più importante del paese – notate bene senza NESSUN TURISTA, una piccola abitazione fuori Kandy, nel cuore della foresta, dove il proprietario con i figli manda avanti grazie a sovvenzioni statali quelle che rappresentano le danze ancestrali del luogo. Sono rimasta affascinata da questa famiglia dove si balla per amore, il “guru” e i suoi tre figli, studiano ed insegnano ai giovani del luogo l’arte della danza e del fuoco. Lui ha danzato per me, e mi ha fatto vedere come passeggiare sui carboni ardenti sia una cosa che quasi sembra naturale, mentre mi spiegava che gli ornamenti che indossava debbano essere meritati prima di poterli indossare.

Sempre nei dintorni di Kandy, ho scovato grazie al nostro driver Sanech, un cingalese che ha vissuto 12 anni a Napoli, quindi un mix divertente ed unico di preparazione, furbizia, cultura e concretezza, l’incredibile residenza di un professore francese SURIYAKANTHA, tradotto Girasole, dove ha realizzato un centro culturale immerso nella jungla, ed ha raccolto testimonianze storiche incredibili, di tutte le epoche e di ogni genere, una sorta di grande collezione di ogni tipo di oggetto, veramente interessante da scoprire. lui ti accoglie, ti racconta tra un te con pasticcini ed un pezzo di storia, tutto quanto lo ha rapito e lo ha portato ad amare questo angolo di mondo. Qualcosa di veramente bello e fuori dagli schemi che considero imperdibile.

Da Kandy, con un paio di ore di auto tra le piantagioni di the, ho raggiunto Nuwara Elya, piccola stazione di montagna, ad altezza 1893 mt, dove mi sono ritrovata in una sorta di Inghilterra fuori contesto, con ville coloniali, case dai tetti a punta, ed un anacronistico Grand Hotel che potrebbe sembrare il set di un film con la sua pomposità inglese, con i suoi giardini verdissimi, l’unico campo da golf a 18 buche della nazione,  la sala da fumo e la sala da biliardo fine ‘800, conservata come una reliquia sacra e coccolata dal campione nazionale di biliardo che qui ci lavora come responsabile di sala. Mai come in questa giornata la parte intrigante è stata il tragitto: chilometri e chilometri di piantagioni di the, realizzate a terrazze sulle colline che diventano man mano montagne, unico posto al mondo dove si vede uno spettacolo del genere, distese di verde punteggiate dai colori sgargianti dei sari delle donne al lavoro. Lungo la strada banchi di frutta coloratissima e di verdura, che in questa zona del paese è la migliore, profumata e succosa, e mi sono fermata per mangiare un mango e bere un the dal gusto indimenticabile in una delle tante fabbriche dove si vede come il the venga raccolto e lavorato prima di trasformarsi in una bevanda che scalda anima e cuore.

Al ritorno mi sono fermata a pranzare Ramboda Falls, una cascata circondata dal verde, che ancora una volta ti cambia la prospettiva di quello che credevi un paese tropicale e, in questo angolo, assume toni diversi, mostrando panorami quasi alpestri.

Prima di lasciare Kandy alla volta di Dambulla nel cuore archeologico e culturale del paese, ho visitato i Royal Botanic Gardens, l’orto botanico nazioanale, visita imperdibile per qualità e varietà di ricchezze naturali, inclusa una serie di orchidee spettacolari, il tutto accompagnato dalla presenza di iguane e scimmie in totale libertà, un piccolo angolo di natura veramente incantato.

Arrivare nella zona di Dambulla è veramente interessante. Qui siamo nel cuore culturale del paese, dove il triangolo è rappresentato da Dambulla, sede di uno dei patrimoni dell’Unesco, il Tempio d’oro, con le sue 10 grotte ricchissime in sculture e pitture risalenti al 3 secolo dopo Cristo, all’antica capitale Anuradaphura, la capitale Polonnaruwa, con i suoi templi e le sue rovine, con i luoghi dove si vedono i monaci in arancione camminare per le strade e sorridere alla gente, e si respira una atmosfera mistica e devota, una grande venerazione per Buddha alternata ai colorati e meno frequenti (ma non per questo meno belli) templi induisti. Per finire l’incredibile rocca di Sigirya, 300 mt sul livello del mare, 1600 gradini per raggiungere la sua vetta sulla quale nel 4 secolo fu realizzata la fortezza del Lion Rock, un posto che lascia veramente stupefatti ed emozionati. Salita lunga, sicuramente non leggera, ma che credetemi, vale assolutamente la pena di fare.

Nella zona del triangolo culturale c’è anche una ulteriore ricchezza, e in particolare modo ad Habarana, capitale dell’Ayurveda, con i suoi ospedali ed i suoi centri Yoga e di Massaggio, dove ho avuto il piacere di lasciarmi andare alle sapientissime mani professionali e professioniste in un centro nel cuore della foresta di Habarana. Si entra stanchi e se ne esce rinnovati ed in pace con se stessi e con il mondo, dopo un massaggio tipico di 1ora e mezza per un costo di circa 25 dollari, un bagno di vapore con erbe accuratamente scelte e selezionate ed oli essenziali dall’odore inebriante.

Sempre in questa ricchissima ed imperdibile zona, i vari orti di spezie nei quali troverete alberi di pepe nero, noce moscata, zenzero, cannella, cardamomo, e chi più ne ha più ne metta, dove erboristi specializzati  vi spiegheranno e vi faranno provare il loro cibo contadino e le loro preparazioni per l’ayurveda o semplicemente per la medicina naturale.

Il penultimo giorno abbiamo voluto visitare il parco nazionale di Minnerya, dove dopo le 5 di sera si vedono gli elefanti per la strada, dove si incontrano varani ( pericolosissimi), scoiattoli giganti e farfalle colorate, e sono andata nell’orfanatrofio per elefanti di Pinnawarela, un posto dove vengono raccolti e curati gli elefanti rimasti orfani e che non potrebbero sopravvivere nella jungla, e ho trovato un parco curato, spazioso, e privo delle solite forme di triste schiavitù che spesso caratterizzano luoghi del genere nel mondo. Qui gli elefanti vivono in semi libertà, hanno spazi enormi, sono accuditi e ben trattati, e vi garantisco che è una emozione grande poterli vedere da vicino mentre fanno il bagno nel fiume o semplicemente mangiano fronte profumate di enormi palme.

Sri Lanka ci è sembrato un incanto che non conosce mai fine, di giorno in giorno, una scoperta continua condita da una gentilezza naturale della sua popolazione, sorrisi continui, nessuno che ci ha mai chiesto denaro, la sensazione è stata quella di tornare a viaggiare come tanti anni fa, in un paese dove il turista è ancora amato, dove si scuote la testa con fare ondeggiante per dire si, anche se sembra un no, dove se chiedi di fare una foto, sono onorati di dire si, e sorridono grati a chi li vuole conoscere.

Questo paese per chi volesse fare anche mare, offre spiagge dorate e mare bello, specialmente nella zona orientale, verso Trincomalee e Passikuda, offre parchi dove fare safari, come Yala, e ancora è a soli 45 minuti di volo dalle Maldive. Tutto questo per dirvi appunto che il mondo, è ancora ricco di paradisi da scoprire e che Sri Lanka secondo noi è decisamente uno di questi.ù

Come sempre Passagio in volo ha sviluppato una serie di contatti e di visite on site per offrirvi un itinerario personalizzato basato su esperienza personale e garanzia di ciò che vi potremo offrire, sviluppando per voi un itinerario personalizzato, privato, con macchina ed autista ( unica cosa sconsigliatissima a guida da soli, sono veramente pericoli al volante

 

 

Quando tutto il mondo è tornato dalla vacanza estiva, quella con milioni di persone intorno, quella in cui ogni cosa si tramuta comunque in una fila, o in una esperienza quantomeno “condivisa” ai massimi livelli, ci si ritrova nel quotidiano di ognuno di noi, con il traffico che ogni giorno ci ricorda quanto sia diventata stressante la nostra vita, con il supermercato dove ci aggiriamo alla ricerca di chissà mai cosa, e, da sempre, i primi mesi del dopo vacanza ci sembrano lunghissimi e spesso privi di senso…

Ed è li che dovremmo trovare la voglia e la fantasia per dare un secco colpo di spugna e pianificare una inaspettata vacanza d’autunno. Le mete sono moltissime, ma soprattutto i prezzi precipitano verso il basso, quello che in estate era irraggiungibile diventa possibile, il clima in alcuni posti è semplicemente perfetto, e soprattutto la presenza di turisti è spesso bassa e siamo quindi trattati al meglio che sia possibile.

 

1 – ZANZIBAR

La terra delle spezie, il crocevia di mercanti e popoli nel corso dei secoli, l’isola degli schiavi un tempo e delle tartarughe giganti oggi… un angolo incantato di mondo, un punto fondamentale della cultura swaili, un piccolo paradiso che può regalare veramente una esperienza unica.

Ho conosciuto Zanzibar la prima volta 25 anni fa, e rimasi incantata dall’aspetto unico e selvaggio di questo paradiso, ma ogni volta che ci torno, anche recentemente, trovo che questa isola sia poco soggetta al cambiamento ed è una delle poche che conservano intatto il loro cuore.  Colori e sapori che mescolano diverse culture, Africa, India, Oriente, Inghilterra del secolo scorso, un insieme irripetibile, che lascia chiunque stupito ed affascinato. Spiagge bianchissime, sabbia corallina fina come farina, mare dai mille colori, una vegetazione esplosiva, spesso disegnata dal vento che accarezza queste coste, donne dagli abiti colorati, dal portamento regale, masai impettiti, bambini che corrono sulle spiagge e che mettono in scena solo per voi sorrisi ed allegria, tramonti dai colori incredibili come solo l’Africa sa regalare.

La scegliamo perché:

il clima in autunno è perfetto, caldo secco, una primavera che esplode ogni giorno e va verso l’estate piena da dicembre in poi

è economica ed offre servizi di ottimo livello, è servita da voli diretti dalle principali città con un massimo di 8 ore di percorrenza. E si vola di notte all’andata motivo in più per far si che il viaggio sia comodo e non incida sui giorni effettivi di vacanza

ha solo 1 o 2 ore (in base alla ns ora legale) di fuso orario, e consente di farsi una settimana senza risentire di effetti fastidiosi da jet leg

ci offre una fuga dalla realtà con mezzi propri così potenti da far rilassare chiunque

cerca tra le nostre offerte

2- KENYA

Negli ultimi mesi è tornato prepotentemente tra le mete scelte per le vacanze e, tra ottobre e novembre andare in Kenya è una scelta perfetta. Un paese che racchiude in se l’essenza d’Africa, con atmosfere forti, che restano per sempre impresse nel cuore. Si dice che il cielo del Kenya di notte sia una tale emozione che sia impossibile da dimenticare. Le stelle brillano ad una distanza così breve che sembra possibile toccarle, e nei luoghi di vacanza sono poche le luci che ci circondano e ci permettono quindi di vivere questo cielo in modo unico. Le spiagge sembrano essere rimaste congelate nel tempo, lunghissime, spesso deserte, animate solo dal passaggio dei lavoratori locali, che camminano con il loro andamento elegante, che prescinde da ogni status sociale. I bambini ridono e ballano sulla spiaggia, ti corrono incontro, ti offrono frutta e souvenir, sanno da sempre che il turista porta benessere e per nulla al mondo ti tratterebbero male.

Il mare offre lo spettacolo della marea che da queste parti diventa un vero fenomeno naturale: il mare si ritira durante la bassa marea anche di 300 mt, lasciando pozze dove si pescano granchi e molluschi, permettendo passeggiate tra banchi di corallo e vegetazione che restano scoperti.

La gente è leggera, ti sorride e risponde a tutto con la storica frase Hakuna Matata “nessun problema”, che fa parte oramai in modo inscindibile della loro filosofia… e in Kenya oltre al mare, c’è la meraviglia dei parchi naturali, dove si entra in una dimensione irripetibile, dove gli animali sono a portata di mano, li si vede liberi e davvero selvaggi nel loro habitat naturale. Dalla costa con due ore di auto si arriva ai parchi, da Tsavo  Est ed Ovest alla Riserva di Masai Mara più lontana, con una spesa assolutamente accessibile è possibile andare con guide ranger lungo le piste per avere un contatto reale con una natura che ogni volta riesce a sorprendere. Dormire nei Lodge interni ai parchi e godere del tramonto in mezzo a tale natura vuol dire conoscere ed essere contagiati da quel Mal d’Africa di cui parlano da secoli scrittori di ogni nazionalità.

Lo scegliamo perché:

– pur essendo una meta da mare, è anche un modo veloce e non costoso di iniziare la scoperta di quel magico mondo che è il continente Africano

– il livello dei lodge e degli hotel è ottimo rispetto al costo medio di una vacanza invernale, offre ogni confort e soprattutto offre un mix tra esperienza e relax che pochi posti al mondo sanno offrire

– è comodo, voli diretti con 7h30 dalle principali città italiane, ha 1 h di fuso orario e, con una sola settimana ci permette di godere a pieno del ns tempo libero

– ha un clima buono quasi tutto l’anno salvo la stagione delle piogge da metà aprile a metà luglio e per il resto offre sole e temperature piacevoli tutto l’anno

cerca tra le nostre offerte

3- OMAN

Pochi paesi al mondo come l’Oman hanno un’anima antica che convive accanto a una

moderna, l’incenso accanto al petrolio, i dromedari accanto ai suv, le carovane di nomadi accanto ai lussuosi resort.

In poco più di vent’anni da una società senza giornali, senza radio, da una rete stradale

asfaltata di 10 km e da una capitale con tre scuole elementari maschili e un ospedale soltanto si passò a costruire uno stato moderno, capace di comunicare al mondo, di aprirsi al turismo e al consumismo, di sviluppare 4500 km di strade, 40 ospedali con cure gratuite, e di raggiungere in ambo i sessi l’80% della scolarizzazione.

Uno strano paese, moderno ed evoluto ma  il sultano emana ancora  comunque delle regole ferree che riguardano anche l’estetica e che l’aria di Muscat deve profumare d’incenso, il traffico deve essere ordinato, i netturbini devono pulire tutto subito,le tuniche dei sudditi devono essere bianche, i turbanti bianchi e rossi, le tinte delle case dei villaggi color ocra e terra e che sono previste multe salatissime per chi getta un solo rifiuto per strada.

Nei suk di Muscat e di Suhar abbondano tutte le ricchezze dell’Oriente portate qui nei secoli percorrendo le vecchie vie carovaniere ovvero argento, incenso, mirra, aloe, canfora, spezie di ogni tipo, bambù, stagno, avorio, sandalo, seta, porcellana.

OMAN-Paese-Sultani-Foto-Elenco-1

Simobolo univoco del paese è  il famosissimo khanjar ovvero il pugnale ricurvo appeso alla cintura e riposto in un fodero d’argento .Tale pugnale è un vero status symbol di mascolinità, maturità e coraggio virile.

ph-0

 

Un Tour del paese regala viste affascinanti che spaziano dal mare al deserto, dalle montagne rosse alle oasi verdi, dalle mille moschee ai fortini in stile portoghese fino ai moderni palazzi del sultano che ricordano le atmosfere delle “Mille e una notte”.  L’oasi di Nazwa è definita “la perla dell’Islam” per il suo paesaggio, il suo castello e l’abilità degli artigiani nella lavorazione dell’argento. E ancora, il villaggio beduino di Sinaw vi permetterà di assistere è ancora la sede di un caotico mercato di baratti che tra polvere e grida vede la gente sistemare, tutti stipati nei fuoristrada, tessuti e armi, dromedari e sacchi di datteri.

E poi il mare:  Salalah è un gioiello incastonato tra il blu dell’oceano indiano e l’inaspettato verde intenso delle sue montagne e che in questa bella regione dalle lunghissime spiagge bianche, catene montuose, altipiani desertici e dune dorate, da tempi immemorabili i beduini raccolgono la preziosa e profumatissima resina delle piante di boswellia che una volta cristallizzata e accesa emana un penetrante odore.

Una vacanza a Salalah può significare una crociera tra i delfini come una passeggiata tra

piantagioni di cocco, banana e papaya o la visita della tomba di Giobbe che deve compiersi a piedi nudi e per le donne con un foulard verde in testa che ti danno sul posto… A 30 km a ovest di Salalah verso lo Yemen si trova la poetica spiaggia di Mughsail che è una distesa bianca e selvaggia di 5 km, con falesie a picco sul mare, rovi di incenso, un mare blu notte e bellissimi scenari abitati solo da fenicotteri e dromedari…..e vicino a Mughsail Beach ci sono i soffioni Marneef Cave ovvero dei sbuffi del mare che passano attraverso le fessure nelle scogliere durante il periodo dei monsoni quando il mare si ingrossa…

Per finire,  l’ultima grande emozione di un viaggio nel sud dell’Oman potrebbe essere quella di raggiungere con uno dei tour in 4×4 più suggestivi del mondo le rovine di Ubar detta anche “L’Atlantide del deserto” e parliamo di uno dei deserti più rapidi del pianeta.

 

Lo scegliamo perché:

  • si trova a 5 h di volo dall’Italia e ci permette di immergerci in una atmosfera totalmente diversa da quella europea, con poco tempo ci si ritrova nel cuore delle mille e una notte
  • si tratta di uno degli Emirati, evoluto, pronto al turismo e ricco di storia e di atmosfere incantate
  • possiamo scegliere di programmare una vacanza breve – tre, quattro notti – piuttosto che una settimana e in entrambi i casi ci faremmo una Grande Vacanza
  • è l’unico tra gli Emirati Arabi che ci offre oltre che un paese da scoprire anche un mare molto bello dove godere di spiagge e acque cristalline

cerca tra le nostre offerte

4 – ISOLA DI CAPOVERDE

A sole 5 ore di volo dall’italia Capo Verde è un arcipelago di 10 isole di origine vulcanica, bagnate dall’Oceano Atlantico e situate a 500 chilometri dalle coste senegalesi: meta ancora poco battuta dai tradizionali flussi turistici, è una miscela di colori, cultura e sapori dei Paesi vicini, ma serba ancora il ricordo del periodo coloniale portoghese.

Oggi, i chilometri di spiaggia bianca, le acque cristalline e la generale varietà dei paesaggi di queste isole rapiscono gli occhi e il cuore del turista, avvantaggiato da un clima piacevole tutto l’anno.

Le isole di questo archipelago  vengono convenzionalmente divise in “sopravvento” (“Barlavento”) a Nord e “sottovento” (“Sotavento”) a Sud: le prime hanno un clima pressoché desertico, mentre le seconde sono più umide, con piogge che tuttavia si concentrano (in maniera neanche particolarmente intensa) tra agosto e settembre, mesi in cui le alte temperature sono accompagnate da afa e umidità.

I mesi ideali per visitare questa destinazione sono quelli che vanno da ottobre  a luglio: le temperature minime possono scendere fino ai 18°C (gennaio e febbraio sono i mesi più freddi), mentre le massime arrivano a toccare i 30°C (l’escursione termica tra giorno e notte è diretta conseguenza dell’influenza desertica proveniente dalla vicina Africa). I tassi di umidità minimi e le temperature piacevoli la rendono particolarmente indicata per una vacanza al mare tra autunno ed inverno.

L’arcipelago è battuto dai venti alisei, portatori di aria secca: per questo motivo, Capo Verde è meta prediletta dagli amanti di windsurf e kitesurf, principalmente per quanto riguarda la costa Nord-orientale delle isole, zona più esposta ai venti, mentre nella costa sud è possibile godere di un clima piacevole e di spiagge sabbiose infinite.

L’origine vulcanica delle isole di Capo Verde permette di partire dalle spiagge per salire fino a 2800 metri di altezza. Questo consente di ammirare paesaggi estremi, dalla bianca battigia alle verdi montagne immerse nella nebbia. Dalla costa alle alture e ritorno: per contemplare lo squalo reale, ad esempio, dovrete spingervi fino a Rifes da Parda, nella parte orientale dell’isola di Sal. Gli squali, qui, sono noti perché avanzano fino a pochi metri dalla riva. Quindi è necessaria l’estrema prudenza nell’andarli a cercare.

Da Santa Maria, sempre sull’isola di Sal, proseguendo sulla costa, a sud-est, per circa un chilometro, si raggiunge Praia Alfonso. Qui, alcuni piccoli edifici in legno – vecchi e abbandonati – offrono ai turisti la possibilità di rifugiarsi all’ombra per una pausa ristoratrice. La piccola spiaggia protetta dalle onde svela poi i suoi fondali ricchi di coralli mentre curiosando nello stagno dietro gli edifici, si possono scoprire pesci tropicali e granchi, per un’impagabile occasione di snorkeling.

La scegliamo perché:

  • una distanza di sole 5 h e mezzo di volo dall’italia con voli diretti, con 2 ore in meno di fuso orario, la rende una meta perfetta per una settimana di vacanza, senza stress di fuso orario
  • l’aspetto selvaggio, i paesaggi senza tempo, l’aria tersa, le spiagge infinite, i resort di ottimo livello ne fanno una meta ambita e diversa, ottima per ogni esigenza
  • la possibilità di fare sport, passeggiate a cavallo, scoprire piccoli paesini colorati, dove la gente è cordiale e sorridente contribuiscono a costruire un ricordo indelebile
  • il rapporto qualità prezzo della vacanza è ottimo, e con una cifra assolutamente possibile la rende una soluzione per ogni esigenza ed ogni tasca.

cerca tra le nostre offerte

5 – DUBAI

Dubai è sicuramente la meta più imprevedibile ed esplosiva dei ns giorni. E’ una città da vivere con i propri occhi. Opere architettoniche che sfidano ogni record si ergono accanto a quartieri tradizionali, mentre al largo del litorale compaiono isole interamente costruite dall’uomo. E’ la celebrazione del moderno, del lusso, la vera meta “in divenire”, dove tutto è possibile, dove si possono trovare emozioni ed esperienze per tutti i gusti, dove ci si perde tra le mille strade con il naso all’insù, con gli occhi rapiti da un panorama diverso di anno in anno, dove i centri commerciali si alternano alle spiagge, dove si arriva tra le meravigliose dune del deserto in un batter d’occhio, dove si scia anche d’estate.

E’ una meta che incontra sicuramente ogni tipo di esigenza, ideale per le famiglie con i suoi parchi divertimenti sempre nuovi ed aggiornati, con i parchi acquatici unici al mondo, ottima per le coppie, con hotel panoramici e cene a lume di candela sul tetto del mondo, perfetta per i giovani, con le zip line tra i grattacieli, le piste da sci indoor, le corse in fuoristrada tra le dune del deserta…. Giusta anche per concedersi qualche giorno di riposo in spiaggia, con un clima sempre ottimo, soprattutto da ottobre ad aprile, mai troppo caldo, con ogni tipo di servizio, con tutti i ristoranti del mondo. Si potrebbe definire la città stessa una sorta di grande parco divertimenti per tutte le età.

Senza ombra di dubbio a Dubai si possono trovare soluzioni per tutte le tasche, sia a livello di hotel, dove anche con 3 stelle viene comunque garantito un livello di servizio sempre molto alto, che di ristoranti, piuttosto che di attrazioni. Dubai porta a scegliere come viverla, se spendendo sfacciatamente, o scegliendo di godersene il lusso senza investire un capitale.

La scegliamo perché

  • 5h30 di volo diretto con una delle migliori compagnie aeree del mondo, è una meta che consente tranquillamente uno short break anche di 3 notti. 3h di fuso orario senza ora legale, massimo livello di servizi.
  • Regala l’emozione di vivere una città super avanguardista, in tutto, dalla cucina, all’architettura, ai servizi pubblici. Diverte, incuriosisce, soddisfa
  • Offre veramente ogni tipo di svago o di forma di relax, il tutto comodamente, senza impazzirsi troppo e soprattutto in totale ed assoluta sicurezza
  • E’ decisamente la meta imperdibile di questi ultimi anni, perché vale la pena vederla ed anche tornarci, se non fosse altro per vedere con i propri occhi un cambiamento inarrestabile e continuo

cerca tra le nostre offerte

 

MADAGASCAR, ANTIGUA, THAILANDIA… scegli quale è il tuo posto da sogno….

tsara3  tsara1             antigua1

scegli quale è TUO il posto giusto per sognare….
Enrica in volo dopo un periodo di assenza torna per farvi sognare….. e per farvi sognare davvero… a partire da oggi abbiamo intenzione di dedicare una serie di articoli a posti che veramente meritano una attenzione particolare, sia perché è giusto conoscerli, almeno “idealmente”, sia perché quando si vuole fuggire via, e ci si vuole regalare una vacanza davvero diversa, queste sono mete che pur essendo fuori dai circuiti più conosciuti vi possono regalare esperienze e sensazioni davvero indimenticabili.
Uno dei tour operator più seri del mercato ci ha regalato quest’anno una selezione di questi magici posti da sogno, luoghi in cui perdersi per lasciarsi andare ad una natura prorompente e seducente, dove non esiste il lusso sfrenato ma piuttosto una cura del dettaglio, un insieme armonico di elementi che fanno di una vacanza un ricordo indelebile ed un arricchimento interiore. Il nostro blog ha intenzione di recensirveli in due articoli, di cui questo sarà il primo, e tratteremo tre terre diversissime tra di loro, MADAGASCAR, ANTIGUA e THAILANDIA, tre angoli di mondo distanti tra loro e ricchissimi di seduzione.
MADAGASCAR

tsara6            tsara7 - Copia

Iniziamo da quell’isola magica che è il Madagascar, terra selvaggia ricca di profumi e di particolarità, terra di gente gentile, di tradizioni che mescolano il selvaggio dell’Africa vera all’armonia innata nei modi dei suoi abitanti, in cui è stata selezionata una piccolissima isola ed un resort che a mio giudizio è in assoluto uno dei posti più “giusti” al mondo per regalarsi una fuga speciale… sto parlando dello TSARABANJINA CONSTANCE RESORT, sull’isola di Tsarabanjina anche conosciuta come Love Island per la sua vaga forma di cuore se vista dall’alto

tsara
.

La piccolissima isola caratterizzata da bellissime spiagge di lembi di sabbia bianca, fauna e flora con alcune delle specie più rare del mondo tropicale, laguna cristallina in gran parte inviolata, l’incontaminato Madagascar è un santuario e l’isola ne è l’altare centrale…

tsara4

Il Constance Tsarabanjina è infuso con una calda sensazione malgascia e offre ville ecologiche disseminate lungo le spiagge incontaminate per avere una sensazione di fuga stile Robinson Crusoe, pur avendo a portata di mano ogni tipo di comodità… dimenticate la tv ovviamente, dimenticate il vostro cellulare altrove…. C’è segnale, ma in un posto del genere viene voglia davvero di dimenticare tutto ciò che ci ricorda la quotidianità ed è facile lasciarsi andare ad un sogno da cui si stenta a risvegliarsi.

tsara2

Passare una settimana a Tsarabanjina vuol dire perdersi in un ambiente “natural chic”, tra materiali completamente ecologici, un arredamento essenziale ed elegante, tessuti naturali, comodissimi letti e soprattutto la possibilità di vivere tutta la giornata a piedi nudi, in completo relax… ma vuol anche dire incontrare una struttura dove la cucina diventa espressione di vita, con una gestione curatissima del cibo e delle cantine, che mettono a disposizione dei clienti le migliori selezioni di vini e di super alcolici, piatti sempre molto gustosi e ricercati, fino ad avere spesso settimane gourmand durante le quali grandi chef della cucina internazionale offrono ai fortunati ospiti esperienze sensoriali uniche.

tsara5

Durante il giorno avrete a disposizioni un dhoni, con i ragazzi del posto che vi porteranno a seconda delle stagioni a bagnarvi in isole deserte, a vedere il passaggio delle balene, a gustarvi un aperitivo guardando il tramonto che in Africa ha colori unici al mondo… e poi le escursioni, potrete visitare la grande isola malgascia, le sue spiagge, il suo interno variopinto, accarezzare i lemuri… insomma… una esperienza che veramente cambia il concetto di vacanza oltre ogni aspettativa.
LA NOSTRA OPINIONE:
Passaggio in Volo ritiene che questo meraviglioso resort sia veramente un luogo adatto a chiunque sia in cerca di un angolo di paradiso con tutti i confort che la catena Constance garantisce sempre. Definibile di lusso, costi medio alti, ma rapporto qualità prezzo assolutamente correlato.
PER CHI?
COPPIE, VIAGGI DI NOZZE, SINGLE IN CERCA DI RIPOSO ASSOLUTO

ANTIGUA

antigua

Seconda proposta di questo straordinario catalogo CHIC ESCAPE, è la splendida isola di Antigua e nello specifico un piccolissimo resort di puro sapore caraibico, ma completamente fuori dallo standard tipico dei grandi alberghi americani, dove spesso si può avere la sensazione di essere sempre nello stesso posto, a prescindere da dove si è….. il COCOS HOTEL di Antigua è tuttaltro… Annidato sulla scogliera che domina le acque turchesi dei Caraibi, COCOS Hotel fornisce un servizio personale d’eccezione in un autentico scenario Caraibico. Questo romantico boutique resort è composto da 26 cottage di legno costruiti nel puro stile Caraibico, ognuno dotato di doccia esterna e terrazza privata dalle quali si gode un panorama spettacolare. COCOS è situato tra due spiagge di sabbia bianca riservate agli ospiti. Ogni cottage offre altresì privacy, in modo da potersi veramente rilassare nei momenti di tranquillità…

coco hotel       coco hotel1      cocohotel3

I pasti vengono serviti su di una splendida terrazza in teak affacciata sul blu dei Caraibi, così come ogni bungalow dispone di una sua propria e personale veranda, con amache, tavolino e sdraie per godervi in totale relax i momenti più belli della giornata. Così come per lo Tsarabanjina, anche il Cocos Hotel offre una cucina curatissima, con la possibilità di accedere ad una cantina veramente ricchissima sia per i vini che per i super alcolici.
.cocohotel2          komunnork1

Antigua è inoltre un’isola seducente e ricchissima, si dice possieda 365 spiagge, una per ogni giorno dell’anno…. E nel suo interno una splendida foresta pluviale la rende verdissima e rigogliosa….Così potrete decidere se lasciarvi conquistare dalla scoperta quotidiana del giusto angolo di paradiso o, semplicemente godervi quello che vi offre questa sistemazione un po’ fuori dal mondo…

antifore      Antigua5

Ultima chicca… una spa fantastica, la Serenity spa, con la possibilità di godersi un massaggio nella tranquillità della vostra veranda o in quella della stessa spa, con davanti ai vostri occhi solo il mar dei Caraibi che ad Antigua assume colori davvero unici…
LA NOSTRA OPINIONE:
Passaggio in volo ritiene che questo piccolo resort sia la giusta via di fuga per chi è in cerca di un angolo di paradiso non troppo lontano dalla vita quotidiana, che vi offre la giusta privacy ma anche la possibilità di alternare l’estremo relax con un po’ di movimento e di vita notturna.
PER CHI:
COPPIE, AMICI IN VIAGGIO, VIAGGI DI NOZZE
THAILANDIA

Tutto il mondo conosce oramai il fascino senza tempo di Bangkok e lo splendore delle sue spiagge più note… phuket, phi phi island, koh samui…. Giornali ed articoli a non finire, servizi televisivi.. insomma veramente facile entrare in contatto con la intrigante realtà dell’antico regno del Siam… ma pochi sanno che in questa nazione variopinta e ricchissima esistono dei posti dove veramente ci si può perdere in oasi di pace e di bellezza, vivendo a contatto con una natura unica in un ambiente essenziale ma curato… ancora una delle proposte di CHIC ESCAPE VIAGGIDEA è la piccolissima e sconosciuta ai più KOH MUNNORK.

koh-munnork-private-island            KOH-MUNNORK_065
Questa piccolissima isola privata si trova a sole 3 ore da bangkok facilmente raggiungibile con trasferimento pubblico o privato, e un battello privato che vi porterà a conoscere uno dei resort più ricchi di privacy che possiate trovare…. L’isola è circondata da foresta ricchissima e ricca di lembi di spiaggia bianchissima, nel cuore del mare delle Andamane, ricca di pace, verde e mare nella sua massima espressione.

KOH-MUNNORK_036

23 bungalow in totale, per assicurare ai propri ospiti tutta la pace e la personalizzazione del servizio di cui hanno bisogno. Tutti i bungalow sono costruiti in legno e bamboo, per accentuare la sensazione di vacanza “selvaggia” pur disponendo in realtà di ogni confort, e per chi ne avesse voglia, è anche possibile avere aria condizionata, tv e e media a disposizione, fino ad una collezione di film su richiesta.
Esistono bungalow vista giardino, per godere dell’incredibile vegetazione e bungalow vista mare che regalano panorami realmente mozzafiato. In quest’isola la sensazione è quella di essere realmente in un mondo parallelo, dove non ci sono rumori inutili, dove tutto è regolato dal ritmo stesso della natura. Le dimensioni dei bungalow vanno da un minimo di 40 mq fino agli 80 delle family room (solo 1), con due camere da letto e soggiorno.
KOH-MUNNORK_013         kohmu

Questa è indiscutibilmente una meta per chi cerca qualcosa di diverso ma anche veramente un po’ selvaggio… non è lusso sfrenato assolutamente anche i prezzi lo confermano, i confort ci sono tutti ma si da risalto ad un tipo di vita realmente molto rilassante ed a forte contatto con la natura. Un posto davvero da non perdere.
LA NOSTRA OPINIONE:
un posto fantastico, essenziale ma curato, per rompere gli schemi e trovare davvero giorni di riposo e tranquillità. Adatto a chi davvero cerca la natura, a chi non ha bisogno di negozietti e mercatini, di caos o di locali notturni, a chi vuole rompere per una settimana con la vita di tutti i giorni e sentirsi parte della natura.
PER CHI:
COPPIE, VIAGGI DI NOZZE
RICORDIAMO A TUTTI VOI CHE PRENOTANDO TRAMITE PASSAGGIO IN VOLO con la copia di questo articolo uno sconto speciale e dei servizi esclusivi vi aspettano.
http://www.passaggioinvolo.com
tel. 0699709326 – mail: info@passaggioinvolo.com
E NEL PROSSIMO ARTICOLO …. MOZAMBICO, GRENADA, E ANCORA THAILANDIA

VILLAGGIO VERACLUB YADIS THALASSO AND SPA…..DJERBA COME NON LA AVETE MAI IMMAGINATA

VILLAGGIO VERACLUB YADIS THALASSO AND SPA…..DJERBA COME NON LA AVETE MAI IMMAGINATA

yadis2         yadis1

 

Enrica in Volo stavolta torna da Djerba, e, nello specifico dal Veraclub Yadis Thalasso and Spa…. Una Djerba come non la avreste mai immaginata… ho voluto dedicare questo articolo ad un villaggio perché, da sempre, questa è una forma di vacanza amatissima dal pubblico di tutto il mondo, ma, aldilà degli articoli illustrativi dei depliant o dei vari siti di giudizio, nessuno ne parla mai in prima persona e con occhio professionale. Per questo, da brava agente di viaggio, credo opportuno darvi informazioni di prima mano e soprattutto “dirette”, in modo da farvi scegliere con attenzione per le vostre vacanze.

Il Villaggio Veraclub nel più puro stile made in Italy che oramai contraddistingue sempre di più questa grande azienda italiana, è veramente una sorpresa gradita: una splendida struttura adagiata su una delle più belle spiagge della zona turistica di Midoun, con servizi e ristorazione di altissima qualità, veramente un luogo adatto a qualsiasi esigenza.

DJERBA5       DJERBA6

Arrivare a Djerba da sempre la sensazione di essere lontanissimi da casa, subito odori e colori ci parlano di Africa, di sabbia, di palme e costruzioni di stile islamico, case basse, perlopiù bianche, portoncini e finestre colorate, uomini in tunica, ma anche in jeans e maglietta, dromedari e dune, Djerba rappresenta decisamente l’incontro giusto tra oriente ed occidente, una mescola di sapori ed odori, il posto giusto per una vacanza dal gusto esotico ma con servizi del miglior livello.

SAHARA   DJERBA3    DJERBA2

Il Veraclub Yadis offre ai suoi clienti tutto quello che ci si può aspettare da una vacanza di alto livello: arrivando si nota subito un mare dall’azzurro sorprendente, palme rigogliose ed uno splendido campo da Golf all’ingresso, per poi essere accolti nella miglior forma dell’ospitalità tunisina, con asciugamani rinfrescanti ed un cocktail di benvenuto nell’attesa di sbrigare le formalità di check in.

yadis4   golf yadis

La struttura è piuttosto grande tutta su due piani, arredata con uno stile principalmente moderno ma con dei tocchi di artigianato locale. Camere spaziose ed accoglienti, arredati con mobili decapè, tele in colori naturali con tocchi di colore acceso a seconda del piano in cui si è alloggiati, bagno grande e con zona wc in stanza a parte. Tutte le camere hanno un balcone che guarda al mare, con poltroncine per potersi godere il panorama in un profondo senso di pace. Infatti, pur essendo una grande struttura si rimane stupiti dal silenzio che comunque regna sempre nelle camere e nei corridoi.

Una piscina splendida, attraversata da un ponte fa spesso da scenario per i cocktail serali, piuttosto che alle varie attività dell’animazione Veratour, presente in modo professionale e mai invadente. Miniclub ai massimi livelli, perfettamente attrezzato, e con una piccola piscina a disposizione dei piccoli ospiti, dove si possono divertire sotto l’occhio vigile del personale addetto senza però rompere gli equilibri di chi invece ha bisogno di relax.

La vera sorpresa al Veraclub Yadis di Djerba è il mare e la spiaggia…. Bianca, sabbia fine, lunga e pulita, davanti ad un mare con tutti i colori giusti per goderne appieno, ben attrezzata, quest’anno per evitare il problema dei pochi lettini hanno addirittura raddoppiato la quantità di lettini ed ombrelloni,e, per chi vuole osare, ci sono a disposizione dei gazebo in legno, con materassini e teli bianchi, da affittare giornalmente, per avere davvero la sensazione di esclusività. Comodissimo il bar e ristorante direttamente sulla spiaggia per i più pigri, visto che si ha la possibilità di pranzare direttamente li, senza dover ritornare al corpo centrale dove comunque il buffet è dei più ricchi.

DJERBA1     DJEBRA4

Il cibo? Veratour ha scelto di offrire davvero una qualità di cibo eccellente ai suoi clienti. La supervisione della cucina nei villaggi è gestita da Massimo Sgobba, un super chef che gira tra i 35 villaggi garantendo livello di cibo ed una varietà di portate veramente sorprendente e, inoltre, proprio in virtù della “febbre da cucina” che oramai dilaga un po’ ovunque nel mondo, organizzerà anche dei mini corsi in periodi definiti dell’anno…..

Caffe-moresco_default

Voglio inoltre ricordare: 6 bar, tutti in formula all inclusive, compreso il Caffè Moro Halfaouine, dove potrete provare bevande locali ed il Narghilè, il Ristorante Centrale Ulysse, con il super mega buffet organizzato dalla ristorazione Veratour, 4 ristoranti a la carte, di cui il ristorante tematico “Omar Khayam”, con specialità tunisire disponibile su prenotazione nell’All Inclusive, e, soprattutto la SPA.

yadis3   spa yadis

La SPA dello Yadis merita a pieno titolo un paragrafo a parte: solo una parola per definirla, e vi garantisco di averla provata personalmente in vari trattamenti: massaggi da 25 o 50 m inuti, trattamenti al viso, trattamenti di riflessologia plantare e shiatsu, e per tutti, ma proprio per tutti una piscina di acqua di mare riscaldata per la Thalassoterapia veramente splendida. Una SPA decisamente a 5 stelle con prezzi ragionevolissimi ed accessibilissimi. Un esempio? Hammam tradizionale e gommage del corpo completo costa €14….. che dire???

Altro paragrafo a parte, le Escursioni: dallo Yadis si può veramente godere di una vacanza che vi offrirà escurisoni di mare, una giornata intera SAHARA EXPRESS nel cuore del Sahara sabbioso, attraverso le meravigliosi oasi di KHSAR GHILANE, visitando la città sotterranea di MATMATA, la visita di tataoiune e Chenini, di Toseur-Douz, giornate in barca alla scoperta di un mare sorprendente… insomma tante veramente tante le cose da fare anche fuori dal villaggio.

DJERBA7 KHSAR GHILANE MATMATA

Per chi è adatto il Veraclub Yadis di Djerba? Sinceramente per tutti, gruppi di amici che cercano il divertimento, famiglie che troveranno assistenza opportuna dagli 0 anni in su (biberoneria super fornita), miniclub attrezzato e con programmi stimolanti, per coppie che troveranno scorci davvero romantici e discrezione… insomma questo prodotto lo sponsorizzo davvero con convinzione come sempre sponsorizzo con convinzione ciò che vendo….

Il mio parere? Decisamente una vacanza perfetta per chi non vuole spendere tantissimo ma cerca servizi ottimi e soddisfazione per tutte le esigenze di curiosità, bel mare, divertimento e cultura!

Prezzi??? bhe io li definirei davvero interessanti sopratutto se si considera l’all inclusive davvero ALL, si mangia praticamente tutto il giorno, dai tre pasti principali eccellenti, alla pizza espressa fatta nel corner vicino alla piscina, agli snack, alle bevande e, per non farvi mancare niente, perfino il caffè espresso…. il tutto notare bene, a partire da € 450 per una settimana comprensiva di volo a/r, 7 notti all inclusive e trasferimenti a fine aprile fino ad un massimo di € 1.055 per la settimana di ferragosto…. quindi davvero un prezzo interessante che se poi prenotate in una agenzia Verastore, potrete addirittura vederlo scendere!!!

l’ Agenzia di Viaggio Passaggio in volo, sito http://www.passaggioinvolo.com è una delle Verastore che vi suggeriamo.